Luoghi Comuni Sulla Dieta Vegana • AnimoVegan

Luoghi Comuni Sulla Dieta Vegana

da Francesca
Luoghi comuni dieta vegana - AnimoVegan.com

 

Un’alimentazione naturale e vegetale è alla base della salute umana. Spesso però la paura di non fare il meglio per il tuo organismo ti porta a sviluppare dei dubbi, causati essenzialmente dalle abitudini e dai luoghi comuni che si sentono in giro  (leggi anche il mio articolo sugli errori da evitare).

Il risultato è che non sai più a cosa credere, e sei più portato ad abbandonare l’idea di provare ad intraprendere uno stile di vita totalmente vegetale.

Ecco i principali luoghi comuni sulla dieta vegana sfatati:

 

1.  Mangiare vegano è estremo e pericoloso per la salute.

Decisamente no! Mangiare vegano non fa affatto male. E a dirlo non sono io, ma le linee guida internazionali e del Ministero della Salute. Proteine e minerali sono tutti presenti nei cibi vegetali.

Capisco che togliendo i cibi animali puoi pensare che non rimanga niente da mangiare, ma questo accade solo all’inizio perché senza accorgertene sei abituato a mangiare sempre le stesse cose e non conosci tanti altri alimenti che scopriremo insieme. Basta un pò di fantasia per creare un menù vario e sfizioso.

 

2.  La vitamina B12 non si trova negli alimenti vegetali. 

Su questo argomento c’è una grande confusione. La vitamina B12 non viene prodotta né dalle piante, né dagli animali, ma dai batteri presenti nel terreno.

Le condizioni moderne di produzione degli ortaggi e i successivi lavaggi degli stessi, li impoveriscono di questa vitamina, tanto che anche agli animali destinati al consumo umano viene aggiunta come integratore al mangime, per questo le loro carni ne sono ricche. Il risultato è che se mangi carne stai assumendo un integratore (e mille altre schifezze) senza accorgertene.

 

3. La scelta vegana costa troppo.

Ti sarà sicuramente capitato di pensarlo, hai comprato Burger vegetali, piatti pronti, o hai provato a fare la spesa nei supermercati Bio, dove c’è vasta scelta di preparazioni vegane, e hai pensato che è davvero troppo dispendioso mangiare sempre cosi.

Non posso che darti ragione, quella roba costa! Pensaci un attimo, è normale che i piatti pronti costino di più proprio perché sono lavorati, ma tu, nella tua alimentazione giornaliera useresti tutti quei piatti pronti?

Certo che no! E allora perché usarli per passare al vegan? Non c’è ragione infatti. Inoltre, a giustificare il prezzo alto, c’è che di solito le preparazioni vegane sono anche biologiche e di ottima qualità. Questo è ovviamente un bene per la salute, quindi il confronto di prezzo con prodotti non biologici e di dubbia qualità non regge.

Tra l’altro legumi, frutta, verdura, cereali integrali, seitan e tofu, non costano certo più dei prodotti animali, l’importante è non scegliere sempre cose troppo lavorate e trovare un pò di tempo per cucinare. In questo modo oltre a non spendere di più, risparmierai sulla tua spesa.

 

4. L’alimentazione vegana non è adatta a bambini e anziani.

Si tratta di una falsità, molti pediatri hanno più volte consigliato un’alimentazione vegetale per i bambini, anche durante il delicato periodo dello svezzamento.

L’importante è pianificare una adeguata alimentazione, completa ed equilibrata, ma questo va fatto anche nel caso di una alimentazione classica in quanto anziani e bambini, proprio per la loro fase delicata di vita, hanno fabbisogni diversi rispetto ad un adulto, e l’equilibrio nella scelta degli alimenti è fondamentale.

 

Quali sono i luoghi comuni sulla dieta vegana che più hai sentito? E quelli più fastidiosi? Scrivilo nei commenti qua sotto.

0 commento
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento