Cosa è il Tofu e Come Consumarlo • AnimoVegan

Cosa è il Tofu e Come Consumarlo

da Francesca
Tofu - AnimoVegan.com

 

Sei indeciso se provare o no il Tofu? E’ un alimento di cui sai poco o nulla, ma sei curioso a riguardo?

Non preoccuparti. In questo articolo ti spiegherò tutto su questo “misterioso” alimento e ti darò anche degli spunti su come usarlo nelle tue ricette!

 

Il TOFU

Il Tofu è un alimento di derivazione orientale, utilizzato da millenni in Cina e Giappone, ma ormai da molti anni disponibile anche in Italia.

Si può trovare in diverse forme: fresco, sottovuoto o pastorizzato in barattoli di vetro. Viene anche chiamato “formaggio di soia”, non per somiglianza a questa per livello di sapore o nutrizionale, ma facendo riferimento al metodo di produzione. Esso infatti deriva dalla cagliata del latte di soia, da cui si ricavano i panetti di Tofu.

A livello nutrizionale, contiene un alto quantitativo di proteine (8g su 100g) simile a quello dei formaggi freschi, ma un minimo contenuto di grassi, di cui prevalentemente insaturi. Inoltre è ricco di calcio (105mg su 100 mg), ferro (5,4mg su 100mg), vitamine ed è povero di sodio. Rappresenta una valida alternativa ai legumi per i vegani e a formaggi e uova per i vegetariani.

Spesso il Tofu risulta poco gustoso, ma è un alimento che assorbe bene i sapori. Per cui, se cucinato con erbe, aromi, spezie e verdure risulta davvero molto gustoso. Esistono poi in commercio tantissime marche e varietà, da quello naturale a quello affumicato, al sesamo, al pomodoro e basilico e tanti altri, per soddisfare ogni tipo di palato.

Un modo per utilizzare il Tofu bianco, o naturale, è quello di sbriciolarlo, per esempio, ed utilizzarlo come sostituto dell’uovo e del formaggio in preparazioni come lasagne, verdure ripiene e sughi per la pasta.

Come tutti i prodotti a base di soia, ha proprietà benefiche per la salute grazie al contenuto di lecitina e di isoflavoni.

Prima di chiederti cosa sono queste sostanze, te lo spiego io: la prima favorisce la riduzione del colesterolo, rendendo quindi l’alimento molto adatto per chi ha problemi di colesterolo alto e grassi saturi; gli isoflavoni invece fanno parte dei fitoestrogeni e ricoprono un ruolo fondamentale nella prevenzione del cancro al seno, tanto che la riduzione del 30% di questo tumore è associata al quotidiano uso di alimenti a base di soia.

 

Piatto con Tofu - AnimoVegan.com

 

Ora che hai capito cos’è il Tofu, vediamo insieme come gustarlo al meglio con un paio di ricette veloci.

 

TOFU DELICATO AL FORNO

ingredienti
per 4 porzioni:

  • 250 ml (1 tazza) di acqua
  • 125 ml (1/2 tazza) di vino bianco
  • 5 ml (1 cucchiaino) di brodo di verdure in polvere
  • Prezzemolo fresco q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • 500 gr di tofu fresco

preparazione:

  • Mescola acqua, vino, brodo in polvere e il prezzemolo in una terrina, amalgamando bene tutto. Taglia il panetto di tofu in 4 parti uguali. Mettilo nella teglia e rigiralo, impregnandolo bene con il condimento. Poi coprilo e mettilo in frigo a marinare per 1 ora, rigirandolo almeno una volta.
  • La marinata a base di vino conferisce un sapore intenso ma delicato al tofu, rendendolo ideale per tutti quei piatti in cui è necessaria una sostanza proteica che si sposi bene con gli altri ingredienti senza sovrastarli.
  • Prescalda il forno a 190°C. Metti il tofu nella teglia da forno. Condisci con sale e pepe a piacere, poi cuocilo per circa 15 minuti. Gira il tofu e cuoci per altri 10 minuti, se desideri un tofu poco asciutto. Altrimenti per 15-20 minuti se lo preferisci più denso e spugnoso.

CREMA DI TOFU DOLCE

Questa è una delziosa e salutare crema dolce per farcire torte, biscotti o da mangiare così com’è, magari con una spolverata di cioccolato e frutta secca.

ingredienti
per 2 tazze:

  • 350 gr di silken tofu (quello conservato a temperatura ambiente)
  • 280 ml (1 tazza) di latte vegetale di riso, canapa o avena
  • 10 ml (2 cucchiaini) di nettare di agave

preparazione:

  • Mischia il tofu, il latte vegetale e il nettare di agave nel robot da cucina fino ad ottenere un composto omogeneo, cremoso e spugnoso.
  • Puoi utilizzarlo anche subito dopo, ma è meglio coprirlo e lasciarlo in frigorifero per un paio di ore affinché si addensi un pò.
  • Si può conservare in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica per 5 giorni.

Spero ti siano utili queste ricette veloci! Provale e fammi sapere cosa ne pensi!


Un altro alimento particolare da conoscere è il Seitan. Per saperne di più, leggi Il Seitan: Cos’è e Come Cucinarlo.

0 commento
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento